Partenariato

logoF_OMD_lungo_400px_TRASP_xclimaMI.png
FOIM-logo.png
logo_ordine_architetti_.png
FLA_.png

Con il contributo di

ML_FCARIPLO_web_piccolo.jpg

Quest’opera è pubblicata sotto la licenza

Creative Commons  CC BY-NC-ND 3.0 IT

Cc_by-nc-nd_euro_icon.png

ClimaMi Call2019

Climatologia urbana funzionale alla scala delledificio o del quartiere

ART. 1 SOGGETTO PROMOTORE

La manifestazione di interesse “Climatologia urbana funzionale alla scala dell’edificio o del quartiere” è promossa dalla Fondazione Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano  e dalla Fondazione Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano nell'ambito delle attività del progetto “ClimaMI- Climatologia per le attività professionali e l’adattamento ai cambiamenti climatici urbani nel milanese”, promosso da Fondazione OMD - Osservatorio Meteorologico Milano Duomo in collaborazione con Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Fondazione Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano e  Fondazione Ordine degli Architetti P.P.C della Provincia di Milano. Finanziato da Fondazione Cariplo, il progetto coinvolge la città di Milano e diversi comuni della Città Metropolitana di Milano e delle province di Monza e Brianza, Varese, Pavia e Lodi.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito del progetto: www.progettoclimami.it

ART. 2 FINALITÀ

La call “Climatologia urbana funzionale alla scala dell’edificio o del quartiere” ha come fine quello di selezionare interventi sull’edificio o sul contesto urbano sia di riqualificazione, recupero o rigenerazione, sia di nuova costruzione in corso di avvio all'interno della Città Metropolitana di Milano e nelle province limitrofe di Monza e Brianza, Varese, Pavia e Lodi entro la fine del 2019, su cui sia possibile applicare, a partire dal successivo anno, le linee guida di indirizzo e orientamento individuate nel progetto ClimaMi.

 

L’obiettivo è di utilizzare e applicare sugli interventi di progettazione architettonica e di pianificazione urbana in fase preliminare di avvio, le informazioni climatiche in modo corretto e in ottica dell’adattamento ai cambiamenti climatici, attraverso ad esempio la gestione dell’energia (con tecniche di efficientamento energetico, diagnosi energetiche, riqualificazione/progettazione edificio-impianto, contabilità energetica, conduzione e manutenzione impianti HVAC), il controllo e riutilizzo delle acque pluviali (con opere di invarianza idraulica e idrologica - deflussi e allagamenti urbani, recupero/riutilizzo acque piovane), la pianificazione urbanistica attenta all’uso di idonee pavimentazioni di spazi pubblici e privati, di materiali e colorazioni per edifici o di green/blue solutions e al recupero di aree dismesse, progettazione piazze e nuovi quartieri o ristrutturazioni edilizie sensibili al comfort climatico.

 

I casi pilota rispondenti alla manifestazione di interesse e selezionati per la sperimentazione della climatologia urbana - successivamente alla valutazione da parte della giuria di cui all’Art. 7 e alla pubblicazione sul sito del progetto - saranno oggetto della sperimentazione e della ricerca che si intende attivare con la II annualità del progetto ClimaMI.

I rispondenti alla manifestazione potranno interagire con un tavolo tecnico multidisciplinare di esperti, composto da climatologi, architetti, ingegneri e tecnici, per trattare le problematiche relative al microclima dello spazio urbano in ottica di individuare strategie per l’adattamento climatico da applicare sui progetti edilizi e a livello di quartiere.

Inoltre i partecipanti riceveranno un framework integrato di dati, informazioni climatiche e specifici indicatori georiferiti ed aggiornati alla scala del proprio intervento, di notevole interesse e utili per futuri sviluppi.


Infine riceveranno un riscontro in termini di visibilità sia sul sito di progetto sia all’interno di articoli specifici e di presentazioni pubbliche, in cui verranno dimostrate le applicazioni pratiche delle informazioni climatiche raccolte e delle possibili azioni in ottica di adattamento climatico.

ART. 3 PARTECIPAZIONE

Alla manifestazione di interesse “Climatologia urbana funzionale alla scala dell’edificio o del quartiere” possono essere presentate con autocandidatura tutti i progetti in avvio o in fase di progettazione preliminare compresi nella Città Metropolitana di Milano e nelle province limitrofe di Monza e Brianza, Varese, Pavia e Lodi.

I candidati possono concorrere singolarmente o in gruppo. Il richiedente può essere un libero professionista iscritto ad un albo italiano o estero, un'Amministrazione pubblica, un ente o un'istituzione locale, una società ovvero un soggetto in qualità di committente o di progettista.

ART. 4 CRITERI E SELEZIONE

Saranno selezionati progetti che potranno riguardare edifici singoli o piccoli insediamenti ed interventi alla scala del quartiere di nuova costruzione, di trasformazione, di ristrutturazione, di ampliamento e di rigenerazione, appartenenti ad almeno una delle seguenti categorie:

  • edifici pubblici;

  • edifici residenziali;

  • edifici produttivi, terziari, commerciali;

  • edifici dismessi;

  • spazi aperti come piazze, aree di sosta, aree attrezzate, infrastrutture

 

I criteri di selezione delle opere edilizie o urbane per la sperimentazione delle linee guida e tecniche operative per l’adattamento climatico, riguarderanno la tipologia dell’intervento, la dimensione, la fase di progetto, il cronoprogramma ed infine la sua localizzazione rispetto alla distribuzione delle centraline della rete meteorologica di Fondazione OMD, ricadenti nell’area del bacino aerologico milanese oggetto di studio di ClimaMi.

ART. 5 ISCRIZIONI

Il concorrente deve inoltrare per via telematica, all’indirizzo sotto riportato, entro il 29 novembre 2019 la seguente documentazione:

  1. Domanda di partecipazione con i dati del dichiarante (Allegato 1);

  2. Scheda di progetto compilata (Allegato 2),

  3. Un link  (Dropbox, WeTransfer, Google Drive o altri servizi cloud)  da cui scaricare un file zip contenente :

  • tavola/e di sintesi in formato pdf del progetto;

  • una cartella contenente fotografie e disegni di progetto in formato pdf e/o jpg (massimo 30 MB totali, massimo 15 immagini).

Il link dev’essere valido, accessibile e funzionante per almeno 7 giorni lavorativi dalla data di invio della mail.

 

La domanda e gli elaborati dovranno essere predisposti secondo i modelli allegati al presente bando

e scaricabili dal sito al seguente link:  progettoclimami.it/call2019

 

I progetti dovranno essere inviati all’indirizzo mail call2019@progettoclimami.it, indicando in oggetto “ClimaMi Call2019_Climatologia urbana funzionale alla scala dell’edificio o del quartiere”

ART. 6 COORDINAMENTO

La Fondazione dell’Ordine degli Architetti P.P.C della Provincia di Milano e Fondazione Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano coordineranno la Call.

ART. 7 GIURIA

La giuria sarà composta dai partner di progetto, così nominati:

  • un membro di Fondazione OMD - Osservatorio Meteorologico Milano Duomo

  • un membro di Fondazione Lombardia per l’Ambiente

  • un membro di Fondazione Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano

  • un membro di Fondazione Ordine degli Architetti P.P.C della Provincia di Milano

 

La giuria selezionerà le opere più rappresentative nell'ambito delle diverse categorie e tipologie di intervento secondo i criteri prestabiliti all’art. 4. La giuria potrà effettuare ulteriori sopralluoghi ai progetti selezionati o, laddove necessario, richiedere ulteriori materiali ai candidati.

ART. 8 RISULTATI

Entro il 6 dicembre 2019 la giuria sceglierà a maggioranza e con decisione inoppugnabile i progetti

facenti parte della selezione di casi pilota di studio e sperimentazione.

 

I progetti selezionati saranno pubblicati sul sito web del progetto ClimaMi e pubblicizzati sui siti web dei partner di progetto.

ART. 9 DIRITTI

Con la consegna del materiale il partecipante dichiara di accettare le condizioni della presente call e di essere in possesso del diritto d’autore illimitato per tutti i documenti consegnati. Dichiara altresì di avere ottenuto l’autorizzazione da parte del committente/proprietario e/o del fotografo a diffondere e pubblicare la documentazione e le foto trasmesse.

 

Con la partecipazione alla Call il partecipante dichiara il suo consenso a mettere a disposizione alla Fondazione dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano e alla Fondazione dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano il materiale e le foto consegnati per i soli usi esplicitati nella call. Il partecipante è responsabile della tutela dei diritti del proprio lavoro e assicura che la partecipazione e la pubblicazione dei documenti trasmessi non danneggiano i diritti di terzi.

ART. 10 ALLEGATI AL BANDO

  • Allegato 1: Domanda di partecipazione;

  • Allegato 2: Scheda di progetto;

ART. 11 INFORMAZIONI

  • Fondazione Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano

rif. Arch. Silvia Carena (Tel 02 62534.356)

  • Fondazione Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano

rif. Ing. Alessandro De Carli

Mail: call2019@progettoclimami.it

Link: progettoclimami.it/call2019